Cos'è il cloud ibrido? | Definizione di cloud ibrido

La maggior parte dei cloud ibridi uniscono un cloud pubblico a un cloud privato.

Share facebook icon linkedin icon twitter icon email icon

Cloud ibrido

Obiettivi di apprendimento

Dopo aver letto questo articolo sarai in grado di:

  • Scoprire cosa significa "cloud ibrido"
  • Capire i diversi tipi di ambienti cloud uniti in un cloud ibrido
  • Spiegare la differenza tra multi-cloud e cloud ibrido
  • Esplorare i pro e i contro dei cloud ibridi

Cosa significa "cloud ibrido"?

Un cloud ibrido unisce due o più tipi di ambienti cloud. Le implementazioni cloud ibrido uniscono cloud pubblici* e privati** e possono anche includere infrastruttura legacy on-premise. Perché un cloud sia davvero ibrido, questi ambienti cloud devono essere strettamente connessi l'un l'altro, sostanzialmente agendo come una singola infrastruttura combinata. Quasi tutti i cloud ibridi comprendono almeno un cloud pubblico.

Implementazione del cloud ibrido

Un cloud ibrido è un po' come un'automobile ibrida, in cui si uniscono due tecnologie totalmente distinte: un motore che brucia benzina ed energia elettrica. Ciascuna tecnologia funziona in modo completamente diverso, e ciascuna presenta i suoi vantaggi e svantaggi. Tuttavia, quando queste due tecnologie sono combinate in modo efficace, il risultato è un'automobile che è più efficiente delle auto a sola benzina ma anche più potente della maggior parte delle auto elettriche. Allo stesso modo, i cloud ibridi uniscono i vantaggi di diversi tipi di ambienti cloud per ottenere maggiore efficienza e funzionalità.

I cloud ibridi hanno diversi impieghi. Un'organizzazione potrebbe usare il proprio cloud privato per determinati servizi e il cloud pubblico per altri, oppure il cloud pubblico può fungere da sistema di backup per il cloud privato. Un'azienda potrebbe anche usare il cloud pubblico per gestire i picchi di richieste, lasciando l'elaborazione delle operazioni ordinarie nel cloud privato.

(per ulteriori informazioni su come funziona la tecnologia cloud, vedere Cos'è il cloud?).

Quali sono i tipi di ambiente che si trovano nei cloud ibridi?

La combinazione di due qualsiasi ambienti elencati a seguire può essere considerata un "cloud ibrido".

  • *Cloud pubblico: un cloud pubblico è un servizio gestito da un fornitore esterno che può prevedere la presenza di server in uno o diversi datacenter. I cloud pubblici sono condivisi da diverse organizzazioni. Utilizzando macchine virtuali, i singoli server possono essere condivisi da diverse aziende, una situazione denominata "multi-tenant" dato che molteplici aziende prendono in affitto dello spazio server nello stesso server fisico.
  • **Cloud privato in locale: un cloud privato è un datacenter completamente dedicato a una singola azienda. I server di un cloud privato non sono condivisi dal software, dai file o dai dati di nessun altro utente. Nei cloud privati on-premise sono le organizzazioni stesse a garantire la sicurezza e la manutenzione, e non un fornitore esterno.
  • Cloud privato in hosting: questa situazione è simile a quella di un cloud privato on-premise, poiché i server sono interamente dedicati a una singola organizzazione. In un cloud privato in hosting, tuttavia, i server non si trovano fisicamente negli uffici dell'organizzazione: a fornire il servizio di hosting e la manutenzione dei server cloud è un provider esterno, e i server si trovano in uno o più datacenter remoti. L'organizzazione, pertanto, accederà al cloud tramite internet e non tramite una rete interna. A differenza di un cloud pubblico, questa non è una situazione di "multitenancy": i server non sono infatti condivisi con altre organizzazioni.
  • In locale (legacy): le implementazioni in locale o legacy non usano alcuna tecnologia cloud. Le organizzazioni che utilizzano questo modello seguono la classica prassi di acquistare licenze di software, installare e mantenere hardware in loco e installare il software localmente sui computer dei dipendenti. In altre parole, invece di lavorare in Google Docs (per esempio), i dipendenti usano Microsoft Word o un altro programma che è installato e viene eseguito sui loro computer.

Che differenza c'è tra cloud ibrido e multi-cloud?

Differenze tra multi-cloud e cloud ibrido

Un'implementazione multi-cloud unisce diversi cloud pubblici, mentre il cloud ibrido unisce un cloud pubblico a un altro tipo di ambiente. I cloud ibridi mettono assieme... mele e pere, mentre l'implementazione multi-cloud è più simile all'unire assieme diverse varietà di mele.

Un multi-cloud può anche essere un cloud ibrido, se riunisce in sé diversi tipi di ambienti cloud, oltre che a utilizzare molteplici cloud pubblici: come il fatto che un rettangolo può essere un quadrato, ma non tutti i rettangoli sono quadrati. Viceversa, un'implementazione cloud ibrido può anche essere multi-cloud se utilizza diversi cloud pubblici.

In un cloud ibrido, come comunicano tra loro i diversi ambienti?

Per fare in modo che un cloud ibrido funzioni bene, la connessione tra i cloud separati è fondamentale. I cloud pubblici, quelli privati e l'infrastruttura in locale possono connettersi l'un l'altro in diversi modi, tra cui:

  • API (Application Programming Interfaces)
  • VPN (Virtual Private Networks)
  • WAN (Wide Area Networks)

Senza una connessione tra cloud funzionante, un'organizzazione non dispone di un cloud ibrido, ma piuttosto utilizza in parallelo due o più ambienti cloud separati. In questi modo, però, non potrà sfruttare i vantaggi delle implementazioni cloud ibride.

Quali sono i vantaggi dell'architettura cloud ibrida?

  • Flessibilità: i cloud ibridi rendono più facile passare a un'implementazione cloud di stile diverso. Ad esempio, se un'azienda decide di passare esclusivamente a un'implementazione di cloud pubblico, questo sarà più semplice se alcuni processi aziendali o la memorizzazione di alcuni dati occorrono già su un cloud pubblico.
  • Varietà più ampia di tecnologie: attraverso un cloud pubblico, un'azienda può incorporare delle tecnologie che non sarebbe pratico eseguire in ambiente cloud privato, come ad esempio l'elaborazione dei big data.
  • Backup per evitare i tempi di inattività: se un cloud si arresta in modo anomalo o va fuori uso, un'azienda può fare affidamento sull'altro cloud, evitando interruzioni di servizio. Questo tipo di ridondanza è un vantaggio anche delle implementazioni multi-cloud.
  • Soddisfare i picchi di domanda: un'azienda può eseguire la maggior parte dei propri processi in un cloud privato, e poi usare un cloud pubblico per disporre di maggiore potenza computazionale per riuscire a gestire un picco improvviso nel carico di lavoro,come quando un volume di clienti molto più alto del normale accede a un sito di eCommerce durante il Black Friday. Questa strategia è denominata "scoppio" del cloud perché il carico di lavoro fa "scoppiare" un cloud e irrompe in un cloud più grande.
  • Potenziali risparmi: mantenere un datacenter interno, come un cloud privato, può essere dispendioso e richiedere molte risorse. Spostando alcune operazioni su un cloud pubblico, un'organizzazione non dovrà mantenere la stessa quantità di infrastruttura in locale, e potrà risparmiare sui costi.
  • Tenere dati sensibili in locale: alcune organizzazioni trattano dati sensibili, come numeri di carta di credito, informazioni sanitarie o dati finanziari. Tenere tali dati in locale dà molto più controllo all'azienda sulle misure di sicurezza che proteggono tali dati sensibili. In un'implementazione cloud ibrido, un'organizzazione potrebbe tenere i dati sensibili in un cloud privato e sicuro, e poi usare i cloud pubblici per eseguire il resto delle sue applicazioni.

Quali sono gli svantaggi dell'architettura cloud ibrido?

  • Maggiore superficie di attacco: quando l'infrastruttura di rete diventa più complessa, ci sono più probabilità che un aggressore trovi una vulnerabilità da sfruttare. Un singolo cloud, supponiamo un cloud privato, può disporre di salvaguardie di sicurezza molto robuste. Se però si utilizzano cloud di diversi fornitori, non tutti avranno la stessa qualità in termini di sicurezza.
  • Integrazioni più complesse: la connessione e il coordinamento tra i diversi tipi di cloud è fondamentale. Pertanto, la configurazione di un cloud ibrido comporta delle fasi aggiuntive rispetto all'implementazione di un singolo cloud pubblico o privato, dato che è necessario configurare e mantenere anche la tecnologia di connessione, come ad esempio una VPN.
  • Difficile da mettere in sicurezza: mentre un cloud privato in locale funziona dietro il firewall dell'azienda, lo stesso non vale per un cloud privato o pubblico in hosting. Un'azienda potrebbe essere obbligata a utilizzare molteplici soluzioni di sicurezza, alcune per il cloud in locale e altre per il cloud pubblico, per mantenere al sicuro i propri dati. Inoltre, può essere difficile validare l'identità di un utente su diversi cloud (controllo degli accessi).

Come si integra Cloudflare con le implementazioni cloud ibrido?

esempio di crittografia

La rete globale di Cloudflare si colloca tra gli utenti finali e l'infrastruttura dei clienti Cloudflare, proteggendo sia gli utenti che le aziende, e accelerando il traffico proveniente da e diretto verso gli utenti. Cloudflare può essere implementato davanti a qualsiasi tipo di infrastruttura di rete,compresi il cloud ibrido e il multi-cloud.