Che cos'è un cloud pubblico? | Differenze tra cloud pubblico e cloud privato

I cloud pubblici sono gestiti da provider di cloud terzi. Le risorse di elaborazione di un cloud pubblico sono condivise tra diversi clienti, a differenza dei cloud privati.

Obiettivi di apprendimento

Dopo aver letto questo articolo sarai in grado di:

  • Definire cos'è un "cloud pubblico"
  • Comprendere la differenza tra cloud pubblici e privati
  • Esplorare i pro e i contro dell'utilizzo di un cloud pubblico

Argomenti correlati


Vuoi saperne di più?

Ricevi un riepilogo mensile degli approfondimenti Internet più popolari!

Fai riferimento all'Informativa sulla privacy di Cloudflare per scoprire come raccogliamo ed elaboriamo i tuoi dati personali.

Copia link dell'articolo

Che cos'è un cloud pubblico?

A public cloud is a cloud service offered to multiple customers by a cloud provider. The term "public cloud" is used to differentiate between the original cloud model of services accessed over the Internet and the private cloud model. Public clouds include SaaS, PaaS, and IaaS services.

Come tutti i servizi cloud, un servizio cloud pubblico funziona su server remoti gestiti da un provider. I clienti di tale provider accedono ai servizi attraverso Internet.

Che differenza c'è tra un cloud pubblico e uno privato?

Differenze tra cloud pubblico e cloud privato

A private cloud is a cloud service that is not shared with any other organization. The private cloud user has the cloud to themselves.

Un cloud pubblico invece è un servizio cloud che condivide i servizi di computing con altri clienti, anche se i dati e le applicazioni in esecuzione nel cloud di ciascun cliente rimangono invisibili agli altri utenti.

Un cloud pubblico è un po' come prendere in affitto un appartamento, mentre un cloud privato è come prendere in affitto una casa indipendente delle stesse dimensioni. La casa offre maggiore privacy, ma l'affitto sarà più alto e non costituisce l'uso più efficiente delle risorse. La manutenzione dell'appartamento viene gestita dall'amministratore del condominio, mentre sarà più arduo trovare un artigiano che venga a fare i lavori nella casa (ciò significa che sarà l'affittuario a doversi occuparsi lui stesso dei lavori).

Esistono cloud privati in hosting, sono offerti da un provider terzo, e cloud privati interni, che sono gestiti e mantenuti internamente da un'organizzazione.

Cosa si intende per "multi-tenant"?

Because multiple organizations share a public cloud, multiple organizations will sometimes be using the same physical server at the same time. This is called multitenancy.

"Multi-tenant" è quando diversi clienti di un provider cloud accedono allo stesso server. Potrebbe darsi il caso che i dati di due aziende diverse siano archiviati nello stesso server, o che le elaborazioni da due applicazioni diverse possano essere eseguite nello stesso server.

Quali sono i pro e i contro dell'utilizzo di un cloud pubblico?

Vantaggi:

  • Risparmio: passare a un cloud pubblico è un modo per le aziende di ridurre i costi operativi ITi. In sostanza, così facendo si esternalizzano tali costi a un soggetto terzo in grado di farvi fronte in maniera più efficiente. I cloud pubblici inoltre costano meno di quelli privati, perché il provider cloud è in grado di massimizzare l'uso dell'hardware e i profitti vendendo i servizi a diversi clienti in contemporanea.
  • Meno gestione di server: se un'organizzazione usa un cloud pubblico, i team interni dovranno passare meno tempo a gestire i server rispetto a quanto fanno per datacenter legacy in locale o per cloud privati interni.
  • Sicurezza: molte aziende di medie o piccole dimensioni potrebbero non avere le risorse per implementare solide misure di sicurezza. Utilizzando un servizio di cloud pubblico, queste possono esternalizzare alcuni aspetti della sicurezza informatica a un provider più grande dotato di più risorse.

Svantaggi:

  • Preoccupazioni relative alla sicurezza e alla conformità: la soluzione "multi-tenant" potrebbe dare luogo a delle preoccupazioni per le aziende che devono soddisfare degli standard di conformità normativa molto severi. Il multi-tenant stesso porta con sé un bassissimo rischio di perdita di dati ma che potrebbe essere un rischio maggiore di quanto non siano disposte a sostenere alcune aziende in campi specializzati (in realtà il rischio è minuscolo: la maggior parte dei provider cloud si attengono a standard di sicurezza estremamente elevati). E, infine, può essere difficile implementare le stesse politiche di sicurezza per le risorse interne di un'organizzazione e per un cloud pubblico che è in parte al di fuori del controllo dell'organizzazione stessa (specialmente durante una migrazione al cloud).
  • Vendor lock-in: This is always a concern with cloud technology. An organization that uses the cloud will save money and become more flexible, but it can also end up reliant upon the cloud vendor's services – the virtual machines, storage, applications, and technologies they provide – in order to maintain their business operations.

What do 'multi-cloud' and 'hybrid cloud' mean?

Multi-cloud and hybrid cloud deployments both incorporate public clouds:

  • Multi-cloud refers to the use of multiple public clouds concurrently.
  • Le implementazioni cloud ibrido uniscono uno o più cloud pubblici a un cloud privato o a un'infrastruttura in locale.

In che modo può Cloudflare aiutare le organizzazioni che usano cloud pubblici?

For Cloudflare customers, the Cloudflare network sits in front of public clouds for greater security and performance. Network traffic from end users is directed to the nearest Cloudflare data center, and the full Cloudflare product stack runs in every data center, reducing latency and filtering out malicious traffic. For those organizations that also want to incorporate an on-premises data center, a private cloud, or multiple public clouds, Cloudflare also supports hybrid cloud, multi-cloud, or any other type of infrastructure. Cloudflare also minimizes the risk of vendor lock-in by serving as a single control plane for multiple essential functions, including DNS, SSL/TLS encryption, DDoS protection, and CDN caching.